Medicina del LAVORO

La Medicina del Lavoro valuta il rischio professionale associato alla mansione e l’accertamento clinico del lavoratore attraverso l’analisi del livello e delle modalità di esposizione agli agenti nocivi per la salute e gli accertamenti sanitari (visite mediche ed esami diagnostici). In tal modo si instaura una sorveglianza sanitaria che mira al mantenimento del benessere psicofisico del lavoratore.

L’obbligo di sorveglianza sanitaria è legato alle mansioni a fronte di specifiche disposizioni legislative. La principale responsabilità del Medico è verificare l’idoneità dei lavoratori alla mansione svolta tramite visite mediche integrate da esami clinici e biologici e attraverso periodici sopralluoghi negli ambienti di lavoro al fine di aggiornare le cartelle sanitarie e di rischio.